Millennium – Quello che Non Uccide – Recensione No Spoiler

Millennium – Quello che Non Uccide è il nuovo capitolo della saga di Millenium tratto dall’omonimo romanzo di David Lagercrantz. Scritto da Stephen Knight, creatore di Peaky Blinders, e diretto da Fede Alvarez, regista di Man in the Dark, la pellicola è sia un sequel sia un soft-reboot della trasposizione americana di Fincher. Ecco la recensione.

Il film segue nuovamente le vicende Lisbeth Salander, hacker professionista che protegge le donne vittime della violenza degli uomini. In questo capitolo, si trova invischiata in segreti di Stato, lotte con spie e cyber-criminali, e anche un incontro col suo passato.

Il film è un thriller/action, che non è proprio il mio genere, e infatti a me non è piaciuto. Ma oltre al fatto che non è un genere nelle mie corde, il film ha davvero dei difetti. come dei pregi.

Il grande difetto di Quello che Non Uccide è la sceneggiatura. La storia non è sviluppata bene. Ci sono misteri che vengono rivelati senza che ci venga dato alcun indizio, alcuni non vengono neanche elaborati. Come thriller non è assolutamente ben fatto, troppo frettoloso, banale, con alcune parti che sembrano assolutamente senza senso e non credibili. Invece vale abbastanza dal punto di vista action. Tiene bene il ritmo, e hanno anche più senso. Però la parte thriller è troppo debole e quindi un po’ annoia. 

La parte più interessante di Quello che non Uccide è la regia di Fede Alvarez, che è un gran professionista. Le sequenze d’azione sono fantastiche. Alvarez sceglie molti virtuosismi, riuscendo a creare delle scene visivamente belle, dinamiche, molto fluide e adrenaliniche. Le parti più statiche, più thriller, non sono le migliori che abbia mai visto, ma rimangono comunque ben fatte. Alvarez ha decisamente risollevato la qualità del film. 

Cosa che ho letteralmente odiato è stato un momento iniziale dove c’è praticamente una sigla. Che è molto bella dal punto di vista visivo e ha dei belli effetti, ma è completamente inutile, insensata e fuori luogo. Le sigle sono per le serie-tv, non per i film.

Sul reparto tecnico c’è poco da dire, perché nel complesso è buono. Ma è un blockbuster americano che punto molto al reparto tecnico e non oso immaginare il budget, perciò lo trovo anche scontato. Certo è che un film non si può mantenere grazie alla bravura dei tecnici. Anche perché non ci sono exploit, soprattutto il montaggio, che ha delle cose fatte male, e non è un bene nell’action, dove è proprio il montaggio il punto forte.

Quindi Millennium – Quello che Non Uccide è un film che non funziona sul lato thriller, ma funziona sul lato action, perciò se vi piace il genere andate a vederlo perché le scene d’azione meritano, soprattutto per la regia. Il resto…meh!

Vi consiglio invece di andare a vedere 7 Sconosciuti a El Royale, di cui ho fatto anche una recensione, che trovate qui: http://www.mjpsreviews.com/2018/10/27/7-sconosciuti-a-el-royale-recensione-no-spoiler/

Voto: 52/100

La recensione finisce qua. Ora tocca a voi. Avete visto il film? Andrete a vederlo nei prossimi giorni o vi o fatto cambiare idea? Scrivete tutto qui sotto. Se vi è piaciuta la recensione condividete, e seguitemi o trami e-mail, o tramite Twitter e Facebook. Ciò mi aiuterebbe molto. Grazie mille.