10 Film (e una serie) da vedere ad Halloween

Halloween si avvicina e con esso l’atmosfera del macabro, perfetta per guardare film horror o thriller. Perciò, ecco a voi una mia lista di dieci film horror che dovete assolutamente vedere ad Halloween. Questa non sarà una classifica, ma una semplice lista, chiaro? Iniziamo.

Il primo film che vi consiglio è Babadook, scritto e diretto da Jennifer Kent.

Il film racconta di una madre single e di suo figlio di sei anni. Un giorno il bambino trova un libro molto spaventoso, Babadook. E da lì iniziano i guai. Babadook è un horror coi fiocchi. Oltre che essere spaventoso, è anche molto profondo. Da non perdere. Si trova su Netflix.

Di Babadook ho fatto una recensione, che trovate qui: http://www.mjpsreviews.com/2017/10/30/babadook-recensione/

Secondo Titolo: Hush di Mike Flanagan.

Hush è una grande rivisitazione del genere home-invasion. La protagonista è Maddie, una giovane scrittrice sordo-muta che si troverà a dover affrontare un sadico assassino che vuole ucciderla. Molto bello, riesce a creare molto tensione. È disponibile su Netflix sotto il titolo Il Terrore del Silenzio.

Si continua con Halloween, il grandissimo film di John Carpenter

Halloween è un film che ha fatto la storia del cinema horror e del cinema slasher, e da poco è uscito il suo sequel al cinema. Io vi ho già parlato di entrambi i film perciò vi lascio qui i link.

Analisi Halloween 1978: http://www.mjpsreviews.com/2018/10/24/perche-halloween-di-john-carpenter-e-considerato-un-cult-parliamone/

Recensione Halloween 2018: http://www.mjpsreviews.com/2018/10/26/halloween-2018-recensione-no-spoiler/

Rimaniamo in tema Carpenter con un altro titolo del cineasta: The Fog. 

Uscito nel 1980, è il film che ha seguito Halloween e vede di nuovo la Curtis come protagonista. Una strana nebbia sembra arrivare dal nulla ad avvolgere tutta la città e con essa arriverà anche qualcos’altro. The Fog è un horror molto carino, sebbene non ai livelli di Halloween, ma riesce a mettere il giusto livello di tensione e ansia.

Altro consiglio, che in realtà sono due, è The Ring/Ringu

Non so se lo sapete, ma The Ring è un remake di un horror giapponese, ovvero Ringu. La storia di The Ring la conoscono tutti, ovvero la cassetta che porta alla morte sette giorni dopo la visione. The Ring è un ottimo horror perché punta ad una creazione lenta della suspense che cresce con lo sviluppo dell’indagine paranormale che guida questo film. Entrambe le versioni sono buone, ovviamente quella giapponese è cento spanne sopra, ma anche l’america ha il suo perché. Quindi vedete voi, ecco.

Siamo già a metà della lista, ma ho in serbo altre chicche per voi.

Andiamo avanti con i titoli, ma rimaniamo fermi in Giappone con un film molto famoso, ma non nel nostro paese, ovvero Audition, tratto dal romanzo di Ryu Murakami. 

La pellicola parla di un vedovo, Shigeharu Aoyama, che decide di rifarsi una vita e così conosce Asami, una bellissima ragazza con un passato oscuro che inizierà ad emergere e a insinuarsi nella loro relazione. Audition è uno dei migliori lavori di Takashi Miike. E dovete assolutamente vederlo.

Ritorniamo in America, ma non abbondiamo lo stampo asiatico. Il film in questione è Hereditary di Ari Aster, horror americano uscito quest’estate, ma che si ispira più agli horror asiatici che a quelli occidentali. 

Hereditary parla della famiglia Graham, reduce da un recente lutto, quello della madre di lei, difficile da affrontare. Ma presto diverrà molto chiaro che la vecchia nonna non ha lasciato loro solo grossi scatoloni. Hereditary è un film scritto molto bene, diretto benissimo che costruisce la tensione molto gradualmente fino ad un punto di apoteosi finale dove si sta con il fiato sospeso per tutto il tempo.

Ne ho fatto una recensione, ma non sul mio blog, che vi lascio qui: https://locchiodelcineasta.com/hereditary-non-il-solito-horror-paranormale-recensione-schedafilm/#1537022067617-f506e68d-1da1

Ma ora veniamo all’Italia, e non si può non nominare Suspiria di Dario Argento

La storia di Susy, ballerina che decide di intraprende l’accademia per migliorare la sua arte, è sicuramente la più famosa per il regista italiano. E anche giustamente. Sono anche molto curioso del remake di Guadagnino. Il film è recuperabile gratuitamente su RaiPlay.

Altro film che vi consiglio è Man In The Dark, di Fede Alvarez

Altro film che riprende e distrugge l’home-invasion. Protagonisti sono tre giovani ladri che decidono di rapinare un vecchio cieco, ignari del pericolo che incombe dentro quella casa. Man in The Dark è pazzesco, tiene con il fiato sospeso dal primo all’ultimo minuto. Si trova su Netflix, guardatelo.

Siamo arrivati al decimo, e quindi ultimo, film. Non è stato semplice decidere, ma l’ultimo titolo che vi consiglio è un classico, perché si sa, i classici non si possono snobbare mai. E sto parlando de La Notte dei Morti Viventi di Romero. 

Film del 1968 che ha fatto la storia del cinema horror e che ha dato vita al genere zombie. La Notte dei Morti Viventi non può mancare ad Halloween e se vi manca, dovete recuperarlo. Si trova su Prime Video.

Piccola sorpresa, cos’è? Un undicesimo film, per i più piccoli. Se avete figli e volete fargli vedere un film di Halloween pazzesco, ma adatto a loro, ecco il mio consiglio per voi: Nightmare Before Christmas, diretto da Henry Selick.

Un cartone-musical in stop-motion molto divertente, ma che allo stesso tempo affonda spesso nel macabro. Perfetto per stare in famiglia, sul divano, con una bella cioccolata calda la notte di Halloween.

Ma non finisce qui. Se in questa settimana non volete farvi una maratona di film , ma volete immergervi in una serie-tv che vi tenga col fiato sospeso, ecco a voi il mio consiglio: The Haunting of Hill House, la nuova serie horror di Netflix. 

Ispirata al romanzo omonimo di Shirley Jackson, la serie tratta della famiglia Crain e della loro vita nella casa più infestata d’America: Hill House.

Ne ho fatto la recensione ed eccola qua: http://www.mjpsreviews.com/2018/10/25/the-haunting-of-hill-house-serie-recensione-no-spoiler/

La mia lunga lista finisce qua. Spero che vi abbia soddisfatto e che ci sia qualcosa che ancora non avete visto. Voi cosa vederete in questa settimana? Avete altri consigli? Scrivete tutto nei commenti. Voglio sentirli. Io vi ringrazio per aver letto e vi invito a condividere, e a seguire il blog, o tramite e-mail, o tramite social, di cui trovate delle finestre qui a lato se siete sul pc, o sotto se siete su telefono.